L’aia

L'aia

CHI SIAMO

L’Associazione Italiana Acquerellisti nasce nel 1974 a Milano dal desiderio di alcuni pittori di promuovere e diffondere la tecnica dell’acquerello. Aderiscono al progetto acquerellisti affermati (Aldo Raimondi, Giulio Falzoni, Alfredo Zecca, William Raser, Ario Carmagnola, Miriam Artò, Isidoro Zanetti, Antonello Zecca, Alberto Franzioni, Anna Pavesi, Aurelio Pedrazzini, Santo Gironi, Nino Malingambi, Antonello De Bono, Sergio Colliva).
L’AIA muove i primi passi in ambito regionale per poi espandersi a livello nazionale e quindi internazionale.
Nel 1998 l’AIA fonda, insieme all’associazione Belga, l’European Confederation of Watercolour Societies (ECWS) che oggi comprende 14 associazioni di acquerellisti. L’AIA ne detiene il coordinamento.
L’associazione è gestita da un Consiglio Direttivo eletto dai soci.
L’AIA è un’associazione no-profit.

ASSOCIARSI

L’AIA annovera 140 soci ordinari distribuiti sul territorio nazionale che partecipano a tutte le attività dell’associazione e 40 simpatizzanti, non necessariamente acquerellisti, che vengono regolarmente informati sulla vita dell’associazione e partecipano ad alcune attività.
L’adesione a socio ordinario è subordinata ad una selezione che avviene ogni anno nel mese di Novembre (clicca qui) . L’adesione come simpatizzante è libera.
Molti soci svolgono attività a favore dell’associazione mettendo in comune professionalità e impegno.

FINALITA’

Scopo principale dell’AIA è la diffusione della tecnica dell’acquerello presso la più ampia fascia di pubblico.
L’AIA predilige l’acquerello “puro” che utilizzi il bianco della carta per rappresentare le luci senza interventi di altri mezzi pittorici quali tempera, pastello o altri materiali.

FINALITA’

Scopo principale dell’AIA è la diffusione della tecnica dell’acquerello presso la più ampia fascia di pubblico.
L’AIA predilige l’acquerello “puro” che utilizzi il bianco della carta per rappresentare le luci senza interventi di altri mezzi pittorici quali tempera, pastello o altri materiali.

COME OPERIAMO

Per raggiungere le proprie finalità l’AIA è attivamente impegnata nell’organizzare mostre ed eventi in Italia ed all’estero e partecipa alle mostre internazionali di acquerello alle quali viene regolarmente invitata.
L’AIA cura la rivista “L’Acquerello” che raccoglie articoli sulla vita associativa, la posta dei soci, le notizie relative all’ECWS ed alle associazioni amiche.
Ospita nella propria sede corsi e laboratori di acquerello, organizza incontri culturali e la mostra annuale dei soci.

ECWS

L’European Confederation of Watercolour Societies è un network di associazioni di acquerellisti provenienti da Belgio, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Islanda, Italia, Norvegia, Spagna e Svezia e di circa 5000 pittori, professionisti e amatoriali, che promette di svilupparsi ulteriormente grazie ad una struttura organizzativa snella.
L’ECWS promuove l’acquerello a livello internazionale ed a questo scopo un membro a turno organizza la mostra annuale ed il Simposio.

PRINCIPALI MOSTRE AIA

La prima mostra dell’AIA è organizzata nel 1975 presso la “Famiglia Artistica Milanese”.
Nel 1985 esce dai confini nazionali e viene invitata alla Biennale di Acquerello a Barcellona.
Nel 1992 a Teglio (SO) organizza il suo primo convegno internazionale sull’acquerello a cui partecipano Croazia, Francia, Irlanda, Italia, Polonia, Spagna, Sud Africa, Ungheria.
Nel 1995 la prima mostra itinerante “Omaggio alle Cattedrali” grazie alla quale l’AIA espone al Museo dell’Opera del Duomo di Milano, poi nella Cripta delle Statue del Duomo di Siena ed infine nell’Antico Vescovado di Feltre.
Nel 2000 l’AIA organizza a Cannobio il primo Simposio Internazionale dell’acquerello sotto l’egida dell’ECWS.
Nel 2001 c’è l’incontro dei pittori italiani con quelli del Texas.
Nel 2004, in occasione dei trent’anni di vita dell’associazione, l’AIA organizza ad Arezzo il Convegno Internazionale dell’acquerello.
Nel 2009 viene organizzato dall’AIA il primo “Festival Internazionale dell’acquerello” a Bellagio (CO) riproposto nella primavera del 2012 con la partecipazione di artisti da Cina, Australia, Messico, Brasile, Venezuela.
Sempre nel 2012 l’AIA organizza, per la seconda volta, la mostra annuale ed il Simposio dell’ECWS. Oltre 200 acquerelli vengono esposti nelle prestigiose sale di Palazzo Ducale a Genova.

Nel 2014 in occasione dei 40anni di vita dell’Associazione, viene organizzata la mostra Internazionale di Acquerello con il Patrocinio del Comune di Milano presso l’Acquario Civico.

Un elenco completo delle mostre è disponibile alla voce “Mostre“.